E’ stata lunga, ma siamo arrivati alla fine.

All’inizio ci siamo avvicinati, quasi per caso, andando a finire al Refuge du Thabor ed abbiamo scattato foto fantastiche sul sentiero del ritorno da questa prima avventura.

Ovviamente non poteva finire così. Insoddisfatti, appena una settimana dopo, abbiamo prima conquistato la vetta, ritrovandoci immersi in un silenzio surreale, poi di nuovo alla volta del rifugio, percorrendo la strada per il lago Peyron.

Insomma, ne abbiamo fatta parecchia di strada, eccola qui, riassunta nei dislivelli percorsi durante l’escursione di due giorni:

QUI trovate il trekking completo

ThaborParte1

dalle Grange di Valle stretta alla cima del ThaborPARTE 2: dalla cima del Thabor al Rifugio passando per il Lago Peyron e dormendo sulle sponde del Lac Rond (Refuge du Thabor)

[/fusion_builder_column]
ThaborParte2_1

dalla cima del Thabor al Rifugio passando per il Lago Peyron e dormendo sulle sponde del Lac Rond (Refuge du Thabor)

ThaborParte2_2

Dalle sponde del Lac Rond (Refuge du Thabor) alle Grange di Valle StrettaUna bella escursione, forse non proprio alla portata di tutti, ma se viaggiate leggeri e senza fretta, piano piano si arriva a far tutto.

AP